[raw]

Cosa succede al centro Santa Chiara?

Interrogazione n. COSA SUCCEDE AL CENTRO S. CHIARA? Quasi in scia ad altra interrogazione, presentata nelle scorse settimane ed avente per oggetto il rinnovo del consiglio d’amministrazione del Centro Servizi culturali “S. Chiara”, ecco che il frastuono mediatico da un lato ed una sorta di complice “silenzio-assenso” da parte del competente Assessore provinciale ci preparano ad un ennesimo “coupe de theatr”, che infatti arriva puntuale e culmina con l’indicazione di alcuni nomi per l’imminente decisione della Giunta provinciale. Se, a prima vista, potrebbe trattarsi delle solite indiscrezioni, sono poi gli stessi interessati a confermare alla stampa locale la loro disponibilità a ricoprire ruoli apicali, rivelando al contempo il proprio collateralismo …

Leggi →

MONITORAGGIO SULL’USO DEI FITOFARMACI: A CHE PUNTO SIAMO?

Interrogazione n. MONITORAGGIO SULL’USO DEI FITOFARMACI: A CHE PUNTO SIAMO? Il tema dell’attenzione alla salubrità dei prodotti agroalimentari sta acquistando, fortunatamente, sempre più centralità dentro nuove culture di salvaguardia dell’ambiente e della salute umana ed a tale proposito si rammenta qui il forte impegno, dispiegato nella scorsa Legislatura da parte della Giunta provinciale allora in carica, attorno al monitoraggio delle condizioni di salute dei residenti in aree del territorio provinciale connotate all’uso di fitofarmaci in agricoltura. Nel corso degli anni, questi strumenti di controllo e verifica hanno offerto complessivamente un quadro da quale non parrebbe emergere una particolare correlazione fra l’utilizzo di fitofarmaci e le incidenze di patologie tumorali. Ad …

Leggi →

Un Trentino più “padano” – intervento sul Corriere

L’intervento pubblicato sul Corriere del Trentino Non è facile comprendere i motivi che stanno spingendo la Giunta provinciale di Trento ad allentare sempre più, se non addirittura a sciogliere progressivamente, i rapporti politici ed istituzionali con l’omologa Giunta provinciale di Bolzano. Inerzia? Incomprensione? Sfiducia? Diffidenza? Ordini di Salvini? Qualunque sia il motivo, assistiamo ormai da mesi ad uno sfilacciamento crescente di contatti, frequenze, rapporti e quant’altro. Non è solo questione di diplomazia politica, ma anche di concretezza, quando ci si accorge che Bolzano si organizza autonomamente canali sempre nuovi di comunicazione con Innsbruck e con Monaco di Baviera, piuttosto che con Roma, su temi strategici e di interesse generale come …

Leggi →

Olio del Garda: come fronteggiare l’emergenza?

Proposta di Mozione n. OLIO DEL GARDA: COME FRONTEGGIARE L’EMERGENZA?   Come forse noto, la corrente annata agraria deve registrare purtroppo un crollo verticale della produzione olivicola nelle aree ad essa vocate del Garda, sia in territorio trentino come in quello veronese, per cause ancora largamente sconosciute ai tecnici che operano nel settore. Chi afferma che la responsabilità sia da ascriversi ai mutamenti climatici ed ai continui sbalzi di temperatura, mentre la “cascola”, ovvero la naturale caduta delle olive dalla pianta che si interrompe per autoregolazione della pianta stessa, non sembra smettere e sugli olivi appaiono solo sparute olive a simboleggiare il disastro che sta accadendo e che ha spinto …

Leggi →

Cosa succede con i buoni pasto?

Interrogazione n. COSA SUCCEDE CON I BUONI PASTO? Puntuale come tutte le questioni lasciate in sospeso negli scorsi mesi, è tornata alla ribalta in queste settimane la delicata questione degli eccessivi ribassi per l’assegnazione dei buoni-pasto in favore dei dipendenti pubblici, ribassi previsti dal bando di gara indetto dalla Provincia in proposito. La vicenda è stata sollevata e posta all’attenzione della Giunta provinciale già nel febbraio scorso da parte dell’ “Associazione Ristoratori del Trentino”, la quale aveva lanciato l’allarme a fronte di un bando iniquo e che necessitava di immediati correttivi, per non risultare del tutto penalizzante per le aziende e con effetti di ricaduta finale anche e soprattutto sull’utenza. …

Leggi →

Quale futuro per il centro servizi culturali Santa Chiara?

Interrogazione n. QUALE FUTURO PER IL CENTRO SERVIZI CULTURALI “S. CHIARA”?   In vista dell’ormai imminente scadenza degli organi di governo del Centro Servizi culturali “S. Chiara” di Trento e quindi del loro rinnovo, è forse il caso di approfondire alcuni temi per chiarire gli orientamenti della Giunta provinciale in proposito e per valutare le modalità di nomina del nuovo consiglio d’amministrazione di un ente che, per ruolo ed importanza, ha un protagonismo, nel settore dello spettacolo dal vivo e riprodotto, almeno pari a quello che hanno i principali musei del Trentino e le grandi istituzioni culturali territoriali. Dopo una straordinaria opera di risanamento dei bilanci dell’ente ed un forte …

Leggi →

Sul nuovo “sentiero” in Malga Spora

Il nuovo “sentiero” per Malga Spora: perché così ampio e scorrevole? Preludio per il passaggio di mezzi a motore? Mentre il mondo prende atto dell’impatto concreto dei cambiamenti climatici e si è aperto un dibattito globale sui temi ambientali, anche il Trentino è chiamato a interrogarsi sul tipo di sviluppo sul quale intende puntare, ed, in definitiva, su che tipo di comunità vuole essere. Da sempre l’immagine che abbiamo offerto di noi al mondo è quello di un territorio integro, che promuove salubrità dell’ambiente, stili di vita sani e attività all’aria aperta. Questo non significa proporre una visione di un ambientalismo conservatore, perché l’uomo è esso stesso parte dell’ambiente in …

Leggi →

Perchè Fugatti ha mentito rispetto a ragioni e prospettive della rinuncia a 1 milione?

Al fine di trovare una spiegazione logica alla scandalosa decisione della Giunta provinciale di rinuncia dell’imponente somma di un milione di euro per progetti di integrazione per stranieri residenti sul territorio nazionale, il Consigliere provinciale del Partito Democratico Luca Zeni ha provato ad approfondire i vari passaggi tecnico-amministrativi legati a tale progetto finanziato dall’Unione Europea. Ha così scoperto che la Giunta provinciale sembra aver mentito sia in relazione alle ragioni che l’hanno spinta ad una simile scellerata scelta, sia per quanto attiene le prospettive del progetto stesso, dichiarando la necessità di “capire se queste risorse sono davvero utili per la comunità e per i soggetti interessati”, quando in realtà la …

Leggi →

Chiusura day hospital a Borgo. Quali prospettive?

Interrogazione n. Chiusura temporanea del Day Hospital a Borgo. Quali prospettive? Nei giorni scorsi è stata data comunicazione ai pazienti in cura presso il day hospital oncologico dell’ospedale di Borgo di una chiusura temporanea del reparto, per due settimane, per riaprire quindi dopo il 20 settembre. Pare che le motivazioni siano riconducibili alla turnazione dei medici, ai quali deve essere garantito un periodo di ferie obbligatorio (e per questo ovunque nel periodo estivo è sempre più complesso avere reparti in piena efficienza) e a una maternità. Motivazioni comprensibili, ma per i pazienti dover spostarsi a Trento è sicuramente un disagio. Nella programmazione della rete ospedaliera è doveroso concentrare alcune attività …

Leggi →

Festival dello sport: a lezione di coerenza..

Interrogazione n. FESTIVAL DELLO SPORT: A LEZIONE DI COERENZA Con quella coerenza straordinaria che sembra essere la cifra identitaria di questa Giunta provinciale, la stessa ha recentemente approvato con proprio atto deliberativo l’avvio alla seconda edizione del “Festival dello Sport”, che si terrà a Trento dal 10 al 13 ottobre 2019, con una ricca messe di informazioni, conferenze stampa, comunicati e fotografie di Assessori e campioni dello sport e quant’altro serve a celebrare degnamente un avvenimento di portata nazionale. La decisione di proseguire quest’esperienza, onorando l’accordo triennale con RCS nella scorsa legislatura, è molto positiva, e l’auspicio è che si lavori per farlo divenire un appuntamento stabile a lungo termine. …

Leggi →
[/raw]