Razzismo a Borgo, recuperare cultura della relazionalità

A Borgo in ospedale una donna se la prende con “una negra che non è neanche capace di parlare l’italiano”, e che è in realtà una dottoressa che l’ha appena visitata. A Levico e nei paesi vicini compaiono scritte naziste, inaccettabili e volgari, sui muri. Proprio in questi giorni a livello nazionale si discute di un aumento dei fenomeni di razzismo e negli Stati Uniti delle stragi del suprematismo bianco. In questo contesto fanno soltanto arrabbiare le parole di chi dovrebbe rappresentare le istituzioni e che invita, commentando gli insulti razzisti alla dottoressa trentina, “all’educazione e al rispetto”: ma stiamo scherzando? Questi gravissimi episodi trovano il loro fertilizzante nella cultura …

Leggi →

A quando il difensore civico?

Interrogazione A QUANDO IL DIFENSORE CIVICO? Come noto, con le elezioni amministrative provinciali dello scorso 21 ottobre ha preso avvio la XVI Legislatura della Provincia autonoma di Trento e con Decreto del Presidente della stessa n.23/1 del 13 novembre 2018 è stata nominata la Giunta provinciale che, fra i suoi molti compiti, deve provvedere anche al rinnovo di alcuni ruoli importanti del sistema pubblico provinciale come quello del Difensore Civico e Garante dei Minori. Da quella data di nomina sono trascorsi ormai otto mesi e venti giorni ed ancora non si ha notizia minima dell’adempimento del compito sopracitato da parte della Giunta provinciale. Nominato con deliberazione del Consiglio provinciale n. …

Leggi →

Appalto pulizie, quale la linea della Pat?

Interrogazione PRIMA I TRENTINI? CHIACCHERE! L’attuale vicenda legata all’appalto generale dei servizi di pulizia per gli enti pubblici del Trentino è, al di là di ogni altra considerazione, emblematica della distanza siderale che separa le facili promesse elettorali e gli slogan da gazebo dalla traduzione delle stesse in realtà. Ormai da tempo sentiamo ripetere frasi fatte che inneggiano alla volontà di favorire una presunta “supremazia” trentina nei settori economici e dello sviluppo, per poi ritrovarci con un appalto di notevoli dimensioni economiche per i servizi di igiene minima dal quale, per i meccanismi dello stesso, sono praticamente escluse le aziende trentine del settore. A fronte di questa situazione la Giunta provinciale, evidentemente presa in contropiede, risponde in modo vacuo e non …

Leggi →

La cattiveria e la miopia del taglio alla cooperazione internazionale

L’intervento del presidente della Provincia Fugatti è di una volgarità culturale preoccupante e grave. Dice: “dai tagli alla cooperazione internazionale soldi alle famiglie trentine”. Vediamo di cosa stiamo parlando. – lo scorso anno per la cooperazione internazionale a bilancio sono stati spesi circa 8,5 milioni di euro (su 4,5 miliardi di euro!). Fugatti dice che ne rimarranno circa 3. Quindi “recupera” circa 5,5 milioni. Esattamente la stessa cifra gettata due settimane fa al vento, perché la Provincia di Trento, guidata da Fugatti, ha dimenticato di presentare allo Stato la domanda di contributo per i progetti contro il dissesto idrogeologico. Cioè tutto questa campagna ideologica per 5 milioni di euro, che …

Leggi →

Orso: serve una posizione equilibrata

Si fa davvero fatica a leggere alcuni commenti sulle sorti dell’orso. L”evasione” di M49 ha riaperto un dibattito ormai consolidato. Da un lato ci sono gli animalisti, che ritengono che la tutela di ogni singolo esemplare venga prima di tutto; abbiamo il dubbio se iscrivere a questa categoria anche il ministro Costa, che lancia appelli a non sparare all’orso, dopo averne ritardato per troppo tempo la cattura. Dall’altro gli antiorso, che lo dipingono come un killer assassino e che alimentano l’idea che questa specie dovrebbe essere portata all’estinzione sulle Alpi. Forse vale la pena ricordare alcuni passaggi. L’orso non è mai scomparso dal Trentino, ma era vicino all’estinzione quando a …

Leggi →

Odg bocciati su orso, vaccini e cultura

3 su 3!! I tre ordini del giorno che ho presentato in consiglio provinciale sull’assestamento sono stati tutti bocciati dalla Lega Salvini che ora “comanda” (citazione di un consigliere salviniano) in Trentino. Mi dispiace perché nel merito sono convinto esprimessero impegni positivi, ma al contempo il voto negativo evidenzia la diversità di impostazione su molti temi. 1) VACCINI si chiedeva chiarezza di linea, senza la richiesta illogica – oltre che giuridicamente non sostenibile con il quadro normativo vigente – a Roma di poter derogare all’obbligo di vaccinazione perché abbiamo percentuali di vaccinazioni elevate (ma ancora sotto le indicazioni previste). Prendiamo atto dell’orientamento no vax della giunta (perché dire “siamo favorevoli …

Leggi →

Il sacrificio di Ambrosoli

In un tempo in cui parole come “approfondimento”, “dovere”, “responsabilità” sembrano diventate merce sempre più rara, diventa doveroso ricordare coloro che, attraverso la testimonianza del loro agire quotidiano, hanno dato un senso concreto a simili parole, pagando prezzi altissimi, come l’avvocato Giorgio Ambrosoli, ucciso l’11 luglio di quarant’anni fa. Professionista di salda cultura giuridica e di formazione profondamente cattolica e moderata, Ambrosoli è un esempio straordinario ed attualissimo di esercizio coerente e responsabile del dovere di cittadinanza e di servizio allo Stato. Per tali ragioni la sua figura integerrima dev’essere ricordata con la costanza con la quale si celebrano coloro che hanno donato qualcosa di prezioso al Paese e quindi …

Leggi →

Report Crea Sanità – Trentino primo in Italia

              Report Crea Sanità – Trentino primo in Italia Il consigliere provinciale Luca Zeni ha partecipato oggi – insieme al Ministro alla salute Grillo, all’ex ministro Lorenzin e all’assessore provinciale Segnana – a Roma alla presentazione dei risultati della VII edizione della misura di Performance dei Sistemi sanitari regionali curato da CREA Sanità. Il consigliere Zeni ha fatto parte del Comitato Scientifico del Progetto, insieme a Renza Barbon Galuppi (Presidente di UNIAMO), Carla Dotti (responsabile sanitario Fondazione Istituto Sacra Famiglia) e Giovanni Monchiero (già componenti commissione Affari Sociali della Camera dei deputati). La peculiarità del progetto è il coinvolgimento dei tanti attori che compongono …

Leggi →

Vaccini e obbligo, fumo e contraddizioni

              Il consigliere provinciale del Partito democratico del Trentino Luca Zeni ha depositato una dettagliata interrogazione che evidenzia le contraddizioni dell’assessora alla salute Segnana in materia di vaccini. In primo luogo si chiede sulla base di quali dati abbia affermato che in Trentino si sono raggiunte le coperture vaccinali sufficienti ad avere immunità di gregge, posto che il report vaccini 2018 riporta dati in crescita ma non ancora soddisfacenti, e che oltretutto, anche se il raggiungimento delle soglie obiettivo viene stato raggiunto per alcune coorti di nascita, questo non tutela affatto tutta la popolazione. In secondo luogo, al di là delle fuorvianti dichiarazioni dell’assessora, la …

Leggi →

Karola, Antigone e la paziente giustizia

L’intervento pubblicato sul Corriere del Trentino In queste giornate convulse molti opinionisti ed internauti entusiasti, nel commentare le vicende della Seawatch, hanno accostato la capitana Karola Rackete alla figura dell’eroina greca Antigone. La tragedia scritta da Sofocle ha suscitato fin dall’antichità l’interesse degli studiosi, per le sue complesse implicazioni culturali ed ideologiche. Nel tempo si sono succedute letture che hanno individuato in questo racconto il riflesso di antinomie etiche universali come quella tra famiglia e stato, religione e politica, coscienza individuale e ragion di stato, ragione e sentimento, diritto positivo e diritto naturale. La maggior parte di queste interpretazioni, a partire da quella più celebre ed influente di Hegel, tende …

Leggi →
Pagina 1 di 4512345...102030...Ultima »