La paura leghista del confronto e i media

Mi capita spesso di sentirmi dire “vi si vede poco sui media come opposizione, dovreste farvi sentire di più”. Nei giorni scorsi ho avuto modo di parlare con tre giornalisti, due televisivi ed uno radiofonico. 1) primo caso. Mi viene chiesta la disponibilità ad un confronto radio con un assessore. “Quando volete, io ci sono”. Dopo un paio di giorni il giornalista mi richiama dicendo che l’assessore non ha dato la disponibilità. “Non mi sorprende”, mi dice tra il dispiaciuto e il sarcastico. 2) secondo caso. Parlando con una giornalista televisiva ho fatto notare che in 8 mesi da quando è iniziata questa legislatura – se escludiamo gli spazi a …

Leggi →

Quale futuro per l’Autostrada?

Il consigliere del Partito Democratico Luca Zeni ha depositato una dettagliata interrogazione sul futuro dell’A22: “la recente conclusione della vicenda pone alcuni quesiti, sia di natura giuridica, sia di valenza politica, ai quali è necessario che la Giunta provinciale fornisca risposte esaustive”. Con la scadenza della concessione originaria, l’autostrada, intesa come infrastruttura, è divenuta infatti un bene demaniale dello Stato, e come tale è nelle facoltà dello Stato disporne. Riconoscendo però che la società “Autostrada del Brennero s.p.a.” (costituita dalla Regione autonoma Trentino Alto Adige/Südtirol, dalle due Province autonome di Trento e Bolzano e da una serie di altri enti pubblici) aveva a suo tempo progettato, finanziato e costruito l’autostrada …

Leggi →

Figli della patria

  Interrogazione n. FIGLI ALLA PATRIA Come noto, la fine della Grande Guerra lascia in Europa una situazione di forti squilibri socioeconomici innescati da crisi finanziarie legate, a loro volta, al problema della riconversione delle produzioni. In questo contesto si fa strada l’ipotesi neomalthusiana circa la riduzione delle nascite per ovviare alle difficoltà economiche di famiglie e gruppi sociali: è la teoria del “birth control” che fa rapida presa nel mondo anglosassone e poi un po’ ovunque in occidente. A partire dalla metà degli anni Venti del Novecento, ci si accorge però che la contrazione delle nascite, soprattutto nel vecchio continente, porta ad un declino demografico che indebolisce gli Stati …

Leggi →

La storia kafkiana della fontana senza acqua

Il consigliere Zeni, in un’interrogazione alla Giunta, denuncia la realizzazione di un’opera lasciata incompleta. “Da mesi, dagli uffici della Provincia, si continuava a prendere tempo rispetto alla richiesta di attivazione di una fontana molto attesa da tanti sportivi, realizzata nello scorso autunno lungo la ciclabile che collega Trento e Lavis”, racconta il consigliere Zeni. “Mai avrei pensato di dover presentare un atto ufficiale per una fontana, lo trovo addirittura indecoroso per le istituzioni. Ma pare ora emergere un fatto che di solito accade ad amministrazioni sgangherate: la fontana non è stata attivata perché il tubo che dovrebbe portare l’acqua termina in un tombino cieco.” Nell’interrogazione, che allega la documentazione fotografica, si …

Leggi →

Nessun corso di lingue per carenza di docenti?

Il consigliere del Partito Democratico Luca Zeni ha presentato un’interrogazione alla giunta provinciale, segnalando come all’Istituto comprensivo di Levico Terme siano stati cancellati i corsi estivi di lingua inglese e tedesca per gli studenti. L’Istituto era riuscito a vincere un finanziamento in relazione al Progetto F.S.E. PON 2014-2020 “Una chiave per il futuro”, ma ha dovuto comunicare alle famiglie l’annullamento dei corsi per mancanza di insegnanti. “E’ un vero peccato dover perdere finanziamenti ed opportunità formative per i ragazzi per una simile motivazione” ha commentato il cons. Zeni, che interrogato la Giunta per sapere se intenda intervenire, attraverso una propria regia, al fine di facilitare il reperimento di insegnanti e …

Leggi →

Punti nascita, al centro la sicurezza

L’intervento pubblicato dal quotidiano l’Adige: PUNTI NASCITA, AL CENTRO LA SICUREZZA Il punto nascita di Cavalese rimane simbolo di lotta politica e a quasi sette mesi dalla sua riapertura torna ad essere al centro del dibattito. Da un lato una parte dell’opposizione e del mondo della sanità sottolinea la non appropriatezza di un reparto nel quale ogni nato costa 6 volte più che a Trento, perché quando si hanno a disposizione risorse limitate, ogni euro non speso con efficienza risulta sottratto a servizi più necessari per la popolazione tutta. Dall’altro lato la Lega Salvini Trentino al governo rivendica il diritto di ogni abitante delle valli di godere degli stessi servizi …

Leggi →

Le minoranze abbandonano l’aula. Alla Lega Salvini manca il senso delle istituzioni

La scelta di abbandonare i lavori del Consiglio provinciale è stata molto “pesante” (di seguito il comunicato dell’assemblea delle minoranze). Purtroppo il clima nel quale stiamo lavorando è molto difficile, perché una serie di comportamenti quotidiani denotano scarsissimo senso delle istituzioni: innumerevoli interrogazioni rimangono senza risposta, ad altre viene data una risposta così vaga da essere inutile; consiglieri che partecipano a eventi a nome della giunta, mescolando con dolosa superficialità esecutivo e legislativo; assessori che fanno pressioni ai confini del lecito su consigli di amministrazioni di società giuridicamente autonome perché si dimettano; un Presidente del Consiglio che non interviene quando il Presidente di un organismo di garanzia come il Corecom …

Leggi →

Il controllo dei predicatori nello Stato Leghista

Il rapporto tra Dio e uomo, le questioni della fede, toccano ognuno di noi. Cercando di appagare la mia sete di Verità, seguo sempre gli approfondimenti di un noto teologo oggi consigliere provinciale con la Lega Salvini. In una originale – e linguisticamente creativa – nota stampa diffusa ieri circa il pericolo rappresentato dal possibile avvicendamento dell’imam di Trento e dai luoghi di culto quali possibili centri di radicalizzazione islamica in Trentino, ha dichiarato la necessità di “valutare con grande prudenza, analizzando con cura l’idoneità del nuovo soggetto in questione a predicare.” Convinti anche noi che esistono spazi aggregativi che potrebbero prestarsi a processi di radicalizzazione e non solo islamica, …

Leggi →

Facilitare l’accesso ai piazzali delle scuole

Proposta di mozione: facilitare l’accesso ai piazzali delle scuole  In una società che, lo rammentiamo spesso, rischia d’incamminarsi in direzioni sempre più solipsistiche e sempre meno comunitarie, gli spazi pubblici e di socialità rappresentano un argine importante a questo fenomeno. Oggi, quelle che un tempo erano le funzioni principali della piazza o del parco di questo o quel comune, sembrano essere più che altro svolte dai centri commerciali, dai loro esercizi, dai bar e dalle caffetterie che contengono.  Se questa tendenza non è un fenomeno da condannare di per sé, è bene che a bilanciarla rimangano e si rinforzino spazi e luoghi di condivisione non commerciali, soprattutto per i bambini. …

Leggi →

Quale futuro per il Palazzo delle Albere?

Interrogazione n. QUALE FUTURO PER IL PALAZZO DELLE ALBERE? C’è voluto l’arrivo di due personaggi di certo valore accademico, ma di altrettanto pari appeal massmediatico, essendosi affermati nei talk show televisivi, per riportare sotto la luce dei riflettori pubblici l’utilizzo del palazzo madruzziano delle Albere a Trento. Chiuso ormai da troppo tempo, salvo qualche occasionale apertura temporanea per ospitare gli eventi più eterogenei che vanno dalla promozione dei prodotti trentini alle mostre fotografiche personali di qualche esponente politico locale, il palazzo delle Albere soffre delle molte mancate decisioni sul suo utilizzo e, più in generale, della latitanza di politiche culturali all’altezza di un territorio come quello trentino che costituisce ponte, …

Leggi →
Pagina 1 di 4312345...102030...Ultima »