Profughi: Prima degli Slogan è bene guardare ai numeri

l’Adige 29 luglio 2018. Di Tommaso Gasperotti «È da un anno che  il numero di arrivi e presenze di migranti in Trentino, come nel resto d’ Italia, sta calando drasticamente. Ed è un anno che il sistema d’ accoglienza trentino non registra particolari criticità». Non si sorprende l’ assessore provinciale alla salute e politiche sociali Luca Zeni di fronte al quadro statistico aggiornato dei flussi migratori nella nostra provincia. «Sono dati – sottolinea l’ assessore – che abbiamo sempre avuto ben presenti, a testimoniare che l’ esasperazione mediatica con cui Salvini commenta l’ arrivo di ogni barca al largo delle nostre coste non trova alcun fondamento». È dal luglio 2017, in …

Leggi →

All’Ospedale di Borgo Valsugana, personale in crescita

il “Trentino” 28 luglio 2018. Di Marika Caumo Ospedale di Borgo, Lega e opposizioni usano strumentalmente le richieste sindacali per raccontare il falso: personale e risorse sono in crescita e non in calo.  L’assessore alla salute Luca Zeni non ci sta e risponde a quanto detto ieri mattina nella conferenza stampa convocata dalla Lega Nord davanti al S. Lorenzo a seguito della presa di posizione del sindacato degli infermieri “Nursing up”, che denunciava la carenza di personale in chirurgia a Borgo.  «La programmazione sanitaria, la gestione degli organici e le legittime rivendicazioni sindacali non dovrebbero essere oggetto di polemica politica. Dovrebbero fondarsi su dati reali e su rappresentazioni non arbitrarie …

Leggi →

Disabilità permanente: potenziata la rete riabilitava provinciale

Una presa in carico globale del paziente in un’ottica di appropriatezza delle cure, con un potenziamento del supporto riabilitativo e fisioterapico per le situazioni di disabilità permanente, anche attraverso la creazione di strutture specializzate e in collaborazione, dove proficuo, con strutture in convenzione. E’ l’obiettivo del provvedimento, approvato stamani dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessore Luca Zeni, con il quale viene rafforzata la rete riabilitava provinciale, grazie ad un impegno finanziario pari a 500 mila euro l’importo come deciso in Consiglio provinciale durante la discussione della legge di Bilancio 2018. Il provvedimento prevede: l’attivazione nell’ambito territoriale dell’Alto Garda e del sud del Trentino delle funzioni riabilitative in regime ambulatoriale presso …

Leggi →

Punto nascita di Cavalese: individuata la soluzione per riaprire subito

La Giunta provinciale ha sempre ritenuto che i servizi sanitari sul territorio trentino debbano essere salvaguardati, coniugando le indicazioni scientifiche e la necessità di garantire casistica e qualità con le peculiarità di un territorio di montagna. In questo senso al centro dell’azione amministrativa si sono collocati, fin da subito, i punti nascita, sui quali si è puntato fin da subito a coniugare un presidio fondamentale sul territorio con la sicurezza di partorienti e nascituri, inseriti all’interno di un percorso dedicato e di una rete di servizi capillare. La soluzione individuata dall’esecutivo provinciale, che potrebbe portare alla riapertura in tempi rapidi del punto nascita dell’Ospedale di Cavalese, è quella di procedere …

Leggi →

Vaccini, il Trentino stoppa il ministro Zeni: il nostro sistema migliore per le famiglie

l’Adige 06/07/2018 di Agelo Conte Il governo nazionale punta a cambiare le regole sull’ obbligo vaccinale per i bimbi tra 0 e 6 anni. La Provincia, con una lettera dell’ assessore alla salute Luca Zeni, chiede una deroga per il sistema trentino, in cui l’ autocertificazione prospettata dal governo «rappresenta un aggravio per le famiglie. Perché qui l’ anagrafe vaccinale e il sistema di verifiche incrociate tra Azienda provinciale e scuole permette di avere un quadro completo senza che le famiglie debbano provvedere all’ autocertificazione». Tutto nasce dalla decisione del ministro per la salute Giulia Grillo (Movimento 5 Stelle) di modificare le regole per le famiglie per certificare di aver …

Leggi →

WELFARE A KM ZERO: 750 MILA EURO A DISPOSIZIONE PER LA SECONDA EDIZIONE DEL BANDO

  Rinnovata la partnership pubblico privata tra Fondazione Caritro, Provincia autonoma di Trento, Consiglio delle Autonomie Locali e Fondazione Demarchi per progetti triennali di welfare comunitario e generativo   C’è tempo fino al 2 luglio per iscriversi ai laboratori previsti dal secondo “Bando per i progetti di welfare generativo, programmato e realizzato secondo logiche di rete e comunità”. L’obiettivo è di favorire gli effetti generativi in progetti di welfare sociale, realizzati sul territorio trentino che prevendano la sostenibilità organizzativa ed economica nell’arco di un triennio. Mauro Bondi del Consiglio di Gestione della Fondazione Caritro, sottolinea sin dalle prime battute l’importanza di fare rete e spiega il perché si è deciso di rinnovare la …

Leggi →

Sanità, in arrivo 45 milioni Destinati a ospedali e anziani.

  Di Angelo Conte. l’Adige 25/06/2018 Rsa, 170 assunzioni S ono oltre 45 i milioni di euro inseriti nell’ assestamento di bilancio della Provincia e destinati alla sanità. La gran parte, 36 milioni, saranno utilizzati per l’ adeguamento della rete ospedaliera: si va dalla sistemazione delle strutture fino all’ acquisto di attrezzature come nuove Tac o strumentazioni per la robotica chirurgica. Ci sono poi 5 milioni per lo Spazio Argento, che partirà entro l’ anno, la struttura presso le Comunità di valle che si occupa della gestione degli anziani. Con 6 milioni si migliorerà il servizio nelle Rsa: saranno assunti 170 operatori sociosanitari.    La «crisi del medico è in …

Leggi →

«Vaccini, grave la sintonia di Kompatscher»

Zeni critico: «Le parole del vicepremier sono pericolose. Sulla modalità degli obblighi si può discutere» di Silvia Pagliuca. Corriere del Trentino 24/06/2018 TRENTO «Comprendo alcune criticità organizzative che sicuramente l’ Alto Adige deve affrontare avendo una copertura così bassa, ma sarebbe gravissimo se Kompatscher fosse d’ accordo con Salvini anche nel merito di quanto affermato sui vaccini». L’ assessore provinciale alla Salute e alle Politiche sociali Luca Zeni non usa mezzi termini e, oltre a stigmatizzare l’ ennesima uscita del titolare del Viminale, intende chiarire che certe posizioni non sono accettabili: «Le parole di Matteo Salvini sui vaccini sono molto gravi, creano un cortocircuito tra politica e istituzioni sanitarie per …

Leggi →

La politica deve scegliere per dare un futuro alla comunità. Irresponsabile non toccare niente

di Maria Luisa Patruno, l’Adige 15/4/2018 «L’ impostazione di fondo della destra che stiamo vedendo è molto, molto conservatrice: non fa minimanente un’ analisi di come sta cambiando la società. La proposta è semplice perché dice: non tocchiamo niente e così tuteliamo i vostri interessi». L’ assessore provinciale alla sanità e welfare, Luca Zeni (Pd), è uno dei bersagli principali dell’ opposizione – per le politiche e le decisioni talvolta impopolari prese in questi anni – e risponde così al deputato e segretario provinciale della Lega, Maurizio Fugatti, che ieri in un’ intervista all’ Adige ha spiegato chiaramente le differenze tra le scelte della giunta Rossi e quelle invece di …

Leggi →

Sanità in Valle di Fiemme: no a soluzioni campate in aria, ma un programma che rispetteremo

Quale contributo al confronto sullo stato dei servizi sanitari nella Valli di Fiemme, voglio in questa sede esprimere alcune considerazioni. Innanzitutto ritengo necessario ribadire che le valutazioni che l’Assessorato alla Salute e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari possono svolgere si devono basare su valutazioni tecniche e sulla complementare programmazione provinciale. Questo perché nel corso del tempo, come in tutti gli ambiti della vita umana, anche i bisogni di salute e le risposte sanitarie evolvono in base alle conoscenze clinico scientifiche e in base a nuove forme e metodologie organizzative e operative disponibili.  La programmazione della PAT si muove in questo senso su due fronti principali: – Il primo è …

Leggi →
Pagina 2 di 3612345...102030...Ultima »