«Giovani e imprese, le priorità»

Le priorità sono due: «Rendere il Trentino più attrattivo e ridare dignità a chi è vulnerabile». Scommettendo su una «autonomia dinamica e solidale» in grado di far fronte al rischio di frammentazione al quale anche il Trentino è sottoposto. L’ assessore democratico Luca Zeni indica il suo manifesto. Quasi programmatico. E indica la rotta in vista delle elezioni Politiche: «A Roma devono andare figure competenti, solide, capaci di fare da ponte».  Il manifesto di Zeni: «Trentino più attrattivo per dare risposte. Olivi? Nessuna sfida»   Zeni detta la linea: «Il Pd è il baricentro, non può subire ricatti» Corriere del Trentino 19/11/2017 di Marika Giovannini   «Autonomia dinamica e solidale …

Leggi →

Welfare anziani: il Consiglio provinciale approva la riforma

“E’ una riforma che fornisce ai territori e alle comunità di valle, tutti gli strumenti necessari per mettere in campo un sistema di servizi agli anziani capace di rispondere concretamente ai bisogni delle famiglie”. Così l’assessore alla politiche sociali Luca Zeni commenta l’approvazione, oggi pomeriggio in Consiglio provinciale, del disegno di legge che riforma l’assistenza agli anziani in Trentino. “Si passa da un modello – evidenzia Zeni – in cui si erogano servizi in maniera frammentata ad uno in cui i territori possono svolgere politiche per gli anziani in base ai reali bisogni delle persone, con la possibilità di mettere in campo piani individualizzati. L’invecchiamento è un fatto epocale e …

Leggi →

Politica: “Diamo una prospettiva, non aut aut”

L’assessore del Pd alla salute non pensa che lo scontro interno alla coalizione che già si è aperto sul candidato presidente del 2018 sia utile al centrosinistra autonomista. Indicato tra i possibili papabili alla successione del governatore autonomista invita a concentrarsi su come riuscire a rilanciare il Trentino e a renderlo attrattivo intervista apparsa su l’Adige del 21/10/2017 a firma di Luisa Maria Patruno   Zeni: riconosciamo quanto fatto d Rossi ma il cambiamento deve essere costante.  Sarà che nonostante la giovane età Luca Zeni è riuscito a nutrirsi – all’epoca della Margherita – di quella politica sapiente di matrice democristiana, che suggerisce di dare tempo al tempo, evitando di sprecare energie con colpi …

Leggi →

Sanità, aumenta la spesa

Finanziaria 2018, previste anche assunzioni di infermieri per neurochirurgia e pediatria Stanziati 7 milioni per i nuovi farmaci, 5 per il welfare. l’Adige 18/10/2017 di Maria Luisa Patruno   Destinati alle nuove convenzioni 3 milioni d ieuro, altri 2 per le prestazioni specialistiche. Aumentano i fondi per la sanità trentina che quest’anno ha potuto contare su 1 miliardo E 250 milioni di euro. Nella finanziaria 2018, oltre alla crescita fisiologica della spesa corrente ci saranno degli stanziamenti aggiuntivi per voci specifiche relative a nuovi farmaci particolarmente costosi (7 milioni), nuovi Lea (2 milioni) e nuove convenzioni e servizi (3 milioni). Oltre alla stabilizzazione di una trentina di precari, previste anche …

Leggi →

L’ innovazione è essenziale nell’ organizzazione sanitaria

Sabato 07 ottobre – Corriere del Trentino La bontà di un modello organizzativo non deriva da una valutazione astratta, ma dalla capacità di garantire il raggiungimento degli obiettivi posti nel miglior modo possibile in un dato contesto. Ciò vale anche per l’ assistenza sanitaria, che si sviluppa in una società attraversata da grandi cambiamenti demografici, sociologici e tecnologici, i quali producono rapide evoluzioni nei bisogni di salute della popolazione, e di conseguenza nelle risposte tecnico-procedurali che possono essere messe in campo. In sanità, più che altrove, rimanere fermi equivale ad arretrare. L’ innovazione è quindi condizione necessaria per assicurare la costanza nella qualità e nell’ appropriatezza dei servizi. Per questo …

Leggi →

Riabilitazione in Trentino: Regia a Villa Rosa senza tagli ai privati

Vi propongo la mia riflessione, apparsa oggi su l’Adige, in merito alla Riabilitazione in Trentino ed al rapporto tra  sanità pubblica e privata.   Il dibattito che si è sviluppato negli ultimi giorni sull’Adige in seguito alle richieste di alcuni esponenti politici della zona di Arco di aumentare gli stanziamenti di risorse pubbliche alla struttura privata Eremo, rischia di lasciare in secondo piano la questione centrale: quali sono le modalità organizzative più adatte a fornire i migliori servizi ai cittadini che necessitano di cure riabilitative? Porsi questa domanda consente di recuperare la necessaria visione d’insieme e di uscire dalla contrapposizione tra strutture e territori. La Giunta Provinciale ha previsto, con …

Leggi →

Zeni al governatore: la tattica non basta

L’ esponete dem irritato dai dubbi sull’ alleanza con il Pd: «Ciò che occorre è un’ idea di sviluppo» L’ assessore: «Argomenti che allontanano i cittadini. È il tempo delle scelte, serve chiarezza» Corriere del Trentino, 02.09.2017, di Andrea Rossi Tonon   TRENTO «Rossi si è comportato più da tattico che da politico e le sue sono parole che chiudono i confini del Trentino. In ballo non c’ è un posto in più o in meno in Parlamento ma la proposta di visione e di programmazione per il nostro territorio». Il disappunto all’ interno del Partito democratico è considerevole e Luca Zeni non cela il proprio all’ indomani della conferenza …

Leggi →

Vaccini, che fare

In Trentino il sistema sanitario e quello scolastico hanno predisposto procedure semplificate e chiare per aderire alle novità introdotte dalla legge sui vaccini; la nuova normativa nazionale per infanzia e prima infanzia fissa il principio che chi non è conforme agli obblighi vaccinali non può accedere ai servizi, mentre per la fascia 6- 16 anni, pur garantendo la frequenza, introduce sanzioni pecuniarie. Queste le procedure previste in Trentino suddivise per fasce di età: 0-3 ANNI – SERVIZI PRIMA INFANZIA A partire dall’anno scolastico 2017/’18 essere in regola coi vaccini è condizione per frequentare i servizi prima infanzia. Come verificare lo stato vaccinale Per verificare se il minore è conforme all’obbligo …

Leggi →

Riorganizzazione dell’Azienda sanitaria: approvato il Regolamento

    Un anno di tempo per passare da una gestione basata su 6 articolazioni organizzative fondamentali (AOF) e 21 strutture complesse tecnico/amministrative, ad una gestione più snella con 3 AOF (Dipartimento prevenzione, Servizio territoriale e Servizio ospedaliero  provinciale), 6 dipartimenti tecnico amministrativi e 5 nuove figure di coordinatori dell’integrazione fra ospedale e territorio per presidiare i processi a livello locale; soprattutto il Servizio ospedaliero provinciale passerà da un’organizzazione articolata in 7 strutture ospedaliere a una basata su 7 aree trasversali. È questa la riorganizzazione dell’Azienda sanitaria, di cui la Giunta provinciale ha approvato il Regolamento, su indicazione dell’assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni. Una riorganizzazione che, a …

Leggi →

Nasce la Rete riabilitativa provinciale

Passare da una gestione episodica della riabilitazione a una presa in carico individualizzata del paziente, in un’ottica di appropriatezza delle cure erogate. Punta a questo la Rete riabilitativa provinciale, istituita oggi da tre distinte deliberazioni presentate dall’assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni.  Tre i cardini della riforma, perché di questo si tratta, del comparto della riabilitazione in Trentino: la Rete appunto, fra le strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private accreditate, la creazione di strutture sanitarie intermedie con posti letto riservati a pazienti che non possono ancora essere dimessi o accedere alla riabilitazione -, e qui partirà un progetto sperimentale con 20 posti letto presso l’Apsp Beato de …

Leggi →
Pagina 4 di 37« Prima...23456...102030...Ultima »