Cancellato il monitoraggio sui fitofarmaci!

pesticidi

A GIUNTA FUGATTI CANCELLA IL MONITORAGGIO PREVISTO CON L’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ SUI RISCHI DA ESPOSIZIONE AI PRODOTTI FITOSANITARI Nella risposta all’interrogazione del consigliere Zeni la giunta comunica di aver cancellato il monitoraggio, già oggetto di una dettagliata convenzione. “Nascondere la testa sotto la sabbia ed evitare un monitoraggio serio non aiuta nessuno, né la salute, né i frutticoltori”, afferma il consigliere Zeni “siamo di fronte ad un grave atto di omertà da parte della giunta Fugatti. Su questo tema occorrono serietà e responsabilità, evitando inutili allarmismi, e fornendo a produttori e popolazione i migliori strumenti di monitoraggio” Il consiglio provinciale il 30 dicembre 2015 ha approvato una legge, la …

Leggi →

Procedimenti disciplinari e querele ai medici non allineati alla giunta leghista

Procedimenti disciplinari e querele ai medici non allineati alla giunta leghista. Il consigliere provinciale Luca Zeni ha depositato un’interrogazione con la quale chiede conto alla giunta Fugatti dell’atteggiamento intimidatorio nei confronti di un primario che ha criticato non la gestione della sanità, ma dell’orso M49, da parte della Provincia, esercitando come ogni cittadino un basilare diritto di espressione del pensiero! Utilizzare lo strumento del procedimento disciplinare è manifestamente illegittimo, ed infatti l’azienda sanitaria ha dovuto archiviare il tutto, ma la giunta leghista, invece di cercare di ricucire il rapporto e migliorare il contesto di lavoro per i medici trentini, ha pensato bene di utilizzare l’avvocatura della provincia per presentare querela …

Leggi →

Bocciate le proposte su volontariato sanitario e programmazione

sanità

Sanità, lo sguardo corto della Lega. Nella relazione al bilancio del Presidente Fugatti di sanità si parla solo con riferimento al punto nascita di Cavalese e alle guardie mediche, rivendicando riaperture in maniera del tutto imprecisa: – le guardie mediche di Tesino e Ledro sono chiuse dal lunedì al venerdì; – il rapporto medici/abitanti non è vero che è stato modificato perché manca il necessario accordo sindacale; – gli ambiti della medicina generale sono stati definiti nel 2017 e non dalla Lega.. Ho presentato allora due ordini del giorno, per allargare lo sguardo e parlare davvero di sanità. Nel primo si parla della facoltà di medicina a Trento, mentre il …

Leggi →

Bocciata la proposta su una formazione medica specialistica

medico mutua

Bocciato l’ordine del giorno proposto sul tema facoltà di medicina. Nel testo si analizzava il tema della carenza dei medici e dell’imbuto formativo al momento della specializzazione: è chiaro che aprire in Trentino una succursale dell’Università di Padova, che parte dal quinto anno, è una sciocchezza, un potenziale danno per il Trentino, che diventerebbe ancora di più una colonia veneta. La proposta era di lavorare invece insieme all’università di Trento nel progetto di lavoro con facoltà come Innsbruck e Verona, insieme ai nostri enti di ricerca (pensiamo solo al Cibio), per offrire opportunità formative specialistiche, clinicizzando i reparti degli ospedali trentini. Ma questa proposta è stata bocciata, non interessa il …

Leggi →

Il bilancio della Provincia

bilancio

Il bilancio è il momento più rilevante dell’azione di un’amministrazione pubblica. Si decide dove allocare le risorse, dove mettere i soldi. Grazie alle imposte versate dai cittadini trentini, la Provincia di Trento ha a disposizione oltre 4 miliardi di euro, e spetta al Consiglio provinciale, su proposta della Giunta, scegliere come distribuirli tra i vari settori: istruzione, sanità, enti locali, lavori pubblici e via via tutti i vari settori. La linea politica di un partito o di una coalizione si misura nel momento del bilancio, perché si può valutare in quali settori intende investire di più, e soprattutto che tipo di politica di sviluppo ha in mente per la sua …

Leggi →

Prevenzione tumori, rispettare gli impegni

tumori

Interrogazione n. A QUANDO IL RISPETTO DEGLI IMPEGNI PRESI? Nella seduta del Consiglio provinciale dello scorso 25 luglio ed in correlazione alla discussione del disegno di legge n. 21 “Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2019 – 2021”, l’Assemblea legislativa approvava l’Ordine del Giorno n. 37 avente per oggetto “Interventi a favore dei soggetti ad alto rischio genetico di contrarre tumori alla mammella e all’ovaio”. Con tale approvazione Il Consiglio provinciale impegnava la Giunta ad “attuare, in linea con la letteratura scientifica, un percorso di presa in carico finalizzato alla sorveglianza attiva dei soggetti iscritti al servizio sanitario provinciale esposti a un …

Leggi →

Carenza di medici e facoltà di medicina

mmg

L’intervento pubblicato sul Corriere del Trentino sul tema della carenza di medici e sulla proposta di istituire a Trento una facoltà di  medicina. CARENZA DI MEDICI, RISPOSTE NON ELETTORALI Il dibattito sulla necessità o meno per il Trentino di avere una facoltà di medicina – giustificata dal Presidente della Provincia Fugatti sulle pagine del Corriere del Trentino dal fatto che si fatica ad assumere nuovi medici in Trentino – non si è basato su alcun dato o ragionamento di sistema, ma si è limitato alla tautologica affermazione che siccome mancano medici, allora basta laurearne di più. Un po’ come dire che siccome il traffico aumenta, allora basta fare più strade. …

Leggi →

La variante di Cles nel libro dei sogni?

Tangenziale_Cles

Interrogazione LA VARIANTE DI CLES NEL LIBRO DEI SOGNI? Come noto, Cles, capoluogo della Valle di Non, è quotidianamente attraversato da migliaia di automezzi che transitano sulla Strada Statale n. 43 ormai da oltre trent’anni ed a nulla sono valse, fino ad ora, le proteste degli abitanti e degli Amministratori locali che lamentano una situazione sempre più pericolosa ed invivibile. Dopo anni di dibattiti inconcludenti e di prese di posizione di entrambe le comunità delle Valli del Noce, negli ultimi anni si è finalmente deciso di realizzare una nuova viabilità ad est del centro abitato e costruita in galleria naturale o artificiale, con lo scopo corretto di creare il minor …

Leggi →

Quali politiche forestali dopo Vaia?

vaia

Interrogazione n. QUALI POLITICHE FORESTALI DOPO VAIA? Nel corso della corrente Legislatura, lo scrivente ha presentato due distinte interrogazioni (n. 348 e n. 443) afferenti le politiche messe in atto dalla Giunta provinciale per i boschi schiantati dalla tempesta “Vaia”, avendone ricevuto peraltro risposte insufficienti e spesso contraddittorie. Anche per tali ragioni, si ritiene opportuno ritornare sull’argomento, al fine di comprendere quale sia lo stato effettivo dell’azione messa in campo dalla Provincia nella rimozione del materiale schiantato ad un anno dall’evento calamitoso ed al di là dei tanti e dovuti momenti di ricordo; dei doverosi riconoscimenti al Personale della Protezione civile ed alle tante riflessioni promosse in tema di cambiamenti …

Leggi →

Ferrovia dei sogni o del futuro?

Interrogazione FERROVIA DEI SOGNI O DEL FUTURO? Mentre la Giunta provinciale si affanna ad assicurare, in ogni circostanza possibile, la rilevanza del Trentino nel contesto dell’organizzazione delle prossime Olimpiadi invernali dell’anno 2026, non si accorge di sprecare tempo e progettualità sul delicato versante dei collegamenti infrastrutturali, come ha ben evidenziato ripetutamente il presidente dei “Transdolomites” il quale, in un recente documento inviato ai Presidenti della Regione Veneto e della Provincia autonoma di Trento, segnala non solo l’assoluto ritardo trentino nella progettazione di collegamenti ferroviari, ma addirittura l’assenza di una qualsiasi visione di prospettiva capace di investire sul territorio e di rilanciare il trasporto su rotaia a fini turistici e di …

Leggi →
Pagina 20 di 68« Prima...10...1819202122...304050...Ultima »