Vaccini e salto della fila

Se il “salto della fila” è più diffuso di quanto si vuol far credere condannando una singola persona, allora la questione diventa molto più seria. Spero che vi sia trasparenza da parte della giunta provinciale, e spero che la stessa fornisca i dati che ho già chiesto, senza risposta, rispetto a quante sono le persone vaccinate fuori dal programma vaccinale. Un cronoprogramma chiaro (anche questa richiesta che faccio da mesi) avrebbe reso molto più lineare e serio il percorso per tutti. il dolomiti

Leggi →

Scuole e covid

Lo dico chiaro: garantire la scuola in presenza dev’essere una priorità per tutti. Bambini e ragazzi hanno bisogno di relazione, di fisicità, nella loro crescita. Per questo ho difeso alcune scelte della giunta che andavano nella direzione di tutelare questo obiettivo (ad esempio una doppia positività e non una sola per la quarantena delle classi). Questa volta sono molto perplesso dalla decisione della Provincia (ancora una volta improvvisa e senza un percorso di confronto con chi queste scelte deve poi attuarle). Le scuole sono chiuse da due settimane, e tra pochi giorni ci saranno le vacanze di Pasqua. Il Trentino rimarrà zona rossa, ma la Provincia decide di forzare giuridicamente …

Leggi →

Autonomia e collaborazioni forzate

foto aut

L’intervento pubblicato sul Corriere del Trentino e sul Corriere dell’Alto Adige Autonomia e collaborazioni forzate Il tema dell’autonomia è sempre stato centrale per il Trentino e per l’Alto Adige/Südtirol, non soltanto per motivi istituzionali e finanziari, ma soprattutto per la concezione stessa della società. Tuttavia rischia oggi di scivolare lentamente nell’elenco degli involucri vuoti e delle rivendicazioni nostalgiche, svuotato di significato dal tentativo di appropriazione persino da chi rappresenta un sovranismo che filofosicamente è l’esasperazione dell’individualismo, e quindi l’antitesi di una concezione relazionale dell’esistenza e delle istituzioni; l’autonomia, appunto. Al di là delle diversità di opinioni – magari non sempre condivisibili, ma comunque rispettabili – circa l’originale scelta in Trentino …

Leggi →

Che programmazione sugli ospedali, dopo la chiusura della chirurgia a Borgo?

borgo

Esiste una programmazione rispetto alle improvvise chiusure delle attività chirurgiche negli ospedali di valle, come è successo a Borgo Valsugana? Il difficile momento che sta attraversando il sistema sanitario trentino richiederebbe – ancora più che nelle fasi ordinarie – una chiara linea programmatica e gestionale, che purtroppo si fatica a intravedere. Oltre alla confusione nella gestione del piano vaccini, preoccupa in questa fase, dove si sta acuendo l’emergenza che grava sui presidi ospedalieri del territorio, la carenza di una chiara gestione degli stessi. L’esempio di ciò che sta accadendo all’Ospedale di Borgo Valsugana sembra, in proposito, emblematico. Infatti, con una recente nota del Servizio Ospedaliero Provinciale dell’A.P.S.S. si stabilisce la …

Leggi →

Necessario un piano vaccinale chiaro

vaccini covid

Basta improvvisare, ora è necessario un Piano vaccinale provinciale Il 3 marzo scorso la maggioranza in Consiglio ha rigettato una proposta di risoluzione (a prima firma del consigliere Rossi) che chiedeva di inserire con urgenza in via prioritaria nelle liste per la somministrazione del vaccino anti-Covid le persone trapiantate o in attesa di trapianto. Il giorno 9 marzo il dott. Ferro dichiarava tuttavia nel corso della consueta conferenza stampa, per fortuna smentendo la posizione tenuta in consiglio dalla maggioranza, che a breve sarebbe partita la vaccinazione per i pazienti in dialisi e trapiantati. Per questa categoria di pazienti è previsto l’utilizzo del siero della Pfizer. Dalla stampa oggi si apprende che questo siero verrà utilizzato nei prossimi …

Leggi →

Abbandono rifiuti, quali interventi?

abbandono rifiuti

  Interrogazione  DISCARICHE ABUSIVE LUNGO LE STRADE PROVINCIALI Se da un lato il disprezzo per la “cosa pubblica” sembra essere una categoria crescente nei comportamenti individuali e collettivi, dall’altro evidenzia l’urgenza di un maggiore controllo sia preventivo che repressivo. Un esempio istruttivo, sotto questo profilo, è quello rappresentato dall’utilizzo della strada provinciale n. 228, che collega Pergine Valsugana a Levico Terme, divenuta ormai una discarica a cielo aperto dove ogni maleducazione si esercita quotidianamente usando il bosco perimetrale alla strada stessa appunto come luogo di scarico di ogni tipo di rifiuto e di materiale eliminato dall’uso giornaliero. Come evidenzia anche la stampa locale e come risulta ad uno sguardo appena …

Leggi →

Affidamento della difesa in giudizio all’Avvocatura dello Stato

giustizia

Interrogazione  AFFIDAMENTO DELLA DIFESA IN GIUDIZIO ALL’ AVVOCATURA DELLO STATO   A fronte della scarna e del tutto insufficiente risposta, a firma del Presidente del Consiglio provinciale, in ordine ad una richiesta di accesso agli atti, presentata dallo scrivente ai sensi dell’art. 147 del Regolamento consiliare in data 24 febbraio u.s. e protocollata dalla Segreteria generale al n. 3308 d.d. 25 febbraio 2021, si presenta la necessità di alcuni indispensabili chiarimenti. La citata richiesta faceva riferimento a quanto riferito dal Presidente in sede di pubblica seduta del Consiglio provinciale ed in risposta all’interrogazione n. 1241/XVI in merito al diniego dell’ Avvocatura dello Stato di Trento, per l’assunzione della difesa del …

Leggi →

Più programmazione per la gestione delle scuole nella fase rossa

scuole

Di nuovo (quasi) tutti in DAD. Un anno. È passato un anno dal primo lockdown. In un anno un minimo di programmazione si può pretendere senza passare per polemici? Da lunedì il Trentino è zona rossa. Quindi ci aspetteremmo che fosse programmato da tempo come le scuole si devono organizzare. Invece no, si improvvisa. Ricapitoliamo. Il contagio nelle ultime settimane è aumentato molto, siamo diventati arancioni e il passaggio al rosso era atteso. Le scuole devono chiudere. Il dpcm nazionale lo prevede: rimangono in presenza soltanto i bambini con bisogni educativi speciali (BES), con la possibilità anche per i figli di lavoratori essenziali. Cosa succede quindi? Vediamo i passaggi: – …

Leggi →

Letta e il Pd

letta zeni

La disponibilità di Enrico Letta per la segreteria del Pd è un’ottima notizia! Letta conosce molto bene il Trentino e le potenzialità dell’autonomia. È persona stimata a tutti i livelli per la sua serietà e capacità di approfondimento. Nel 2007 venni eletto nell’assemblea costituente del Partito Democratico a sostegno della candidatura a segretario proprio di Enrico Letta (quello della Valsugana fu uno degli unici due collegi in tutta Italia vinti da Letta su Veltroni), il quale proponeva una visione di Pd fortemente ancorata al protagonismo dei territori e delle comunità locali, e spinse molto per un assetto federale del partito. Sono certo che con la sua regia nel pd potrà …

Leggi →

E poi c’è chi salta la fila per il vaccino..

errore vaccini

La giustificazione dei vertici dell’APSS per aver fatto saltare la fila per il vaccino Pfizer ai propri collaboratori più stretti non sta in piedi. Ricapitoliamo: almeno 30 amministrativi (cioè persone che lavorano in ufficio, non in reparto) della sede di via Degasperi dell’Azienda Sanitaria sono state vaccinate (con Pfizer) pur non avendone diritto. La giustificazione dei vertici APSS è che per sbaglio sono state scongelate dosi in eccesso e per non buttarle hanno deciso di vaccinare se stessi. Domande/considerazioni: 1) l’errore, che segue quello famoso della somministrazione di soluzione fisiologica al posto del vaccino, è grave, forse una registrata nell’organizzazione andrebbe data; 2) dev’esserci un protocollo per le dosi che …

Leggi →
Pagina 1 di 212