L’ASSESSORE LUCA ZENI: “SIATE CURIOSI DI CONOSCERE IL MONDO”

Apertura dell'anno scolastico a Spormaggiore

Apertura dell’anno scolastico a Spormaggiore

Sono state le voci degli alunni della Scuola primaria e secondaria di Spormaggiore a dare il benvenuto all’assessore alla salute e alle politiche sociali Luca Zeni questa mattina in visita all’Istituto. Ad accogliere l’assessore il dirigente scolastico Andrea Bezzi, la fiduciaria Erica Endrizzi, il presidente della Comunità della Paganella Gabriele Tonidandel, il sindaco di Spormaggiore Mirco Pomarolli e il dirigente del servizio Infanzia e Istruzione di primo grado, Roberto Ceccato. “Non mi aspettavo un’accoglienza così calorosa – ha detto l’assessore – sono felice di essere qui anche perché, qualche anno fa, ho studiato proprio tra queste mura. Le scuole sono un presidio importantissimo per le nostre comunità. Proprio per questo dobbiamo imparare a lavorare tutti nella stessa direzione. L’invito che faccio a voi bambini è invece quello di essere curiosi di conoscere il mondo, perché e proprio attraverso questa capacità che si può generare cambiamento”.

Entrano in una scuola totalmente ristrutturata i bambini e le bambine della scuola primaria “San Giovanni Bosco” di Spormaggiore. Il loro nuovo anno scolastico inizia proprio con questa grande novità: un edificio storico completamente rinnovato dotato della tecnologia d’avanguardia. I bambini hanno qui infatti a disposizione cinque aule per la didattica, un’aula attrezzata per bambini con bisogni educativi speciali, un’aula immagine, un’aula insegnanti, l’ufficio per il dirigente, una cucina e una biblioteca. La scuola dispone del servizio mensa modulato su quattro giorni a settimana, in corrispondenza dei pomeriggi scolastici. “A nome dei miei compagni, delle nostre famiglie e delle maestre – ha letto la piccola Sara della scuola primaria – le porgo un caloroso saluto di benvenuto. Anche tu Luca sei stato bambino in una scuola di paese, proprio questa. Chi ha grandi ali per volare è perchè ha grosse radici che gli permettono di restare legato alla sua terra. La sua presenza qui oggi ne è testimonianza”. “Siamo lieti di festeggiare – ha detto invece Eva della scuola secondaria – l’inizio del nuovo anno scolastico nella scuola del paese e orgogliosi del fatto che, insieme a noi e agli insegnanti, siano presenti le autorità del nostro territorio, che queste mura le conoscono molto bene. È una grande emozione rimettere piede in questo edificio maestoso e rassicurante, così diverso da prima, ma ancora così simile a se stesso”. “Come ha detto Sara è importante avere solide radici – ha concluso l’assessore Zeni -  sono proprio le radici che possono dare la stabilità e la forza per guardare il mondo. Adesso stiamo investendo sul tema delle lingue in quanto mezzo per aprire le menti e prendere così il volo. Voi siete fortunati, avete infatti a disposizione tutti gli strumenti per crescere bene: una scuola nuova, degli insegnanti preparati che mettono passione in quello che fanno. Ora tutto sta a voi: studiate ma allo stesso tempo divertitevi”.

L’istituto comprensivo dell’Altopiano della Paganella

Questa mattina è suonata la campanella anche per i 346 alunni dell’Istituto comprensivo dell’Altopiano della Paganella. L’Istituto comprensivo comprende la scuola primaria e la scuola secondaria. La scuola primaria è suddivisa in quattro plessi scolastici – Andalo, Molveno, Fai della Paganella e Spormaggiore – per un totale di 224 alunni. La scuola secondaria invece è suddivisa fra le sedi di Andalo e Spormaggiore. Gli studenti sono 122. In tutto sono 36 gli insegnanti, 25 per la scuola primaria e 11 per la scuola secondaria. Questa mattina l’assessore Zeni ha fatto visita alla Scuola primaria “San Giovanni Bosco” di Spormaggiore, collocata in un storico edificio da poco ristrutturato, si trova nel centro del paese.

(g.z.)

Lascia un commento


8 + cinque =