di seguito l’interrogazione presentata sul tema delle cave di Lases, con lo scontro tra Asuc e comune. In allegato la risposta della giunta e della documentazione di riferimento.

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA

Desta grande preoccupazione il conflitto tra l’Asuc ed il comune di Lases, con ripercussioni gravi sull’attività di imprese e lavoratori.
Alla luce del dettato normativo Provinciale e dei fatti occorsi in merito alla situazione dello sfruttamento delle cave di porfido di proprietà frazionale poste nel territorio comunale di Lona Lases,  si interroga la giunta per sapere se le richieste avanzate dalla Amministrazione degli usi civici di Lases siano in regola con quanto previsto dalla legge provinciale in materia e se in caso affermativo esse siano accoglibili per la parte di propria competenza dai competenti organi provinciali; se il servizio minerario provinciale – o in alternativa altri organi provinciali maggiormente competenti in materia – stiano verificando le segnalazioni giunte in merito al presunto sfruttamento oltre i limiti stabiliti dal Piano di Attuazione dei lotti cava esistenti e quale sia la situazione in merito; si chiede inoltre quali iniziative intenda intraprendere la giunta per la corretta applicazione del dettato di sentenza europeo emanato in merito alla trasparenza e tempistica dell’assegnazione dei lotti cava.
Dai giornali si apprende anche di una proposta di delibera della giunta che dovrebbe fornire la corretta interpretazione sull’iter previsto dalle leggi 6/2005 e 7/2006 che in alcuni passaggi paiono in contrasto: non si ritiene più opportuno e risolutivo intervenire in via legislativa?

Lascia un commento


cinque × 8 =