Di seguito l’interrogazione discussa in Consiglio Provinciale sul Pronto Soccorso Pediatrico. Numerose segnalazioni lamentavano tempi di attesa lunghi, e mentre un adulto può anche attendere un po’ più del dovuto, quando ci sono bambini da gestire è sempre delicato. Nella risposta l’Assessora Borgonovo Re ha fornito i dati medi di attesa, e ha espresso l’impegno di migliorare il servizio soprattutto nelle ore serali e notturne, quando al momento è presente un solo medico. Risultato positivo, dunque!

 

 

Interrogazione a risposta immediata

Tempo di attesa pronto soccorso pediatrico

 

Report e analisi indicano che la sanità trentina risulta in generale di buon livello, e garantisce servizi di buona qualità. Al contempo compito delle istituzioni è cercare di migliorare sempre più tali servizi. In particolare sappiamo che la gestione del pronto soccorso non è facile, e che spesso si verificano abusi nell’utilizzo. C’è però una fattispecie particolare, che è quella del pronto soccorso pediatrico. Numerose segnalazioni ci indicano tempi di attesa particolarmente lunghi, soprattutto nelle ore serali, per bambini anche molto piccoli. E mentre un adulto, se non è grave, può aspettare anche a lungo, gestire l’attesa di bambini ammalati o infortunati, può essere davvero disagevole. Chiedo al Presidente della Provincia e all’Assessore competente quali sono i tempi medi di attesa presso il pronto soccorso pediatrico prima della visita medica, come questi tempi variano nei diversi periodi della giornata e se non si ritenga opportuno potenziare il servizio, per far sì che l’attesa, per i bambini, sia davvero limitata al minimo possibile.

 

articolo pediatria Trentino

pronto soccorso Adige

 

 

Lascia un commento